Costruzione 102: Solaio del piano ammezzato (1) - travi e travetti

06/01/12 | ۩ |

Le tecniche per la realizzazione di un solaio in legno sono diverse, ma trattandosi della mia prima esperienza e di un ambiente dedicato a bottega e magazzino, procederò con la costruzione di un solaio ad orditura doppia (travi-travetti-tavolato) e senza tanti fronzoli. Nei piani più alti avrò modo di cimentarmi con strutture più raffinate e ricche di decorazioni...

A grandi linee, questo il risultato della mia documentazione: negli ambienti di luce ampia, com'è il caso del fondaco, le travi principali (o rompitratta) venivano poste parallelamente al lato più corto del vano ad una distanza di circa tre metri l'una dall'altra. Su queste erano posti i travetti a distanza regolare (30-50 cm) ed infine le assi, che misuravano un paio di metri l'una ed andavano a congiungersi in coincidenza dei travetti sottostanti. I travetti potevano essere inchiodati alle travi oppure inseriti ad incastro e semplicemente appoggiati.
La stanza che io dovrò coprire con questo solaio è praticamente quadrata, quindi per comodità posiziono le travi parallelamente alla facciata. E non potrei fare altrimenti, visto che la parete di fondo è inesistente e non potrebbe sostenere nulla.

Durante le ultime fasi di costruzione dei muri e della colonna del fondaco, mi dedico spesso ad effettuare misurazioni e prove di messa in opera delle travi per il solaio.
Sin dall'inizio dei lavori, una delle cose che più hanno stimolato la mia immaginazione è appunto la posa di travi, travetti e tavolato, studiata in base alla documentazione fotografica, ma principalmente alla lettura del Manuale del recupero di Genova antica (da cui è tratta l'illustrazione a destra).

Già da tempo ho tagliato le travi principali, ma la prima prova reale posso effettuarla solo dopo aver realizzato e posizionato le mensole in pietra sulle quali poggeranno.
L'assenza di una seconda colonna o pilastro lungo il perimetro posteriore del fondaco mi obbliga all'inserimento di una trave piuttosto lunga, le cui mensole d'appoggio saranno doppie rispetto a quelle delle travi centrali, decisamente più corte.
D'altra parte però, questo accorgimento mi permette di mantenere lo spazio del fondaco più aperto e visibile dall'esterno, anche se so che mi causerà qualche problema nella realizzazione delle volte di copertura...

Le seguenti foto sono state scattate in diversi momenti della costruzione durante le suddette prove.



L'ultima immagine si riferisce alla prova di posizionamento dei montanti per la scala, di cui mi occuperò nel prossimo post (eh, tutto e subito non si può!)
Per ora, finita la posa di tutti i peducci in pietra ed innalzate le murature anche al di sopra delle arcate dei portoni, passo al taglio e alla posa provvisoria di tutti i travetti, che verranno successivamente incollati dando definitivamente forma al solaio.



La griglia così ottenuta resterà mobile fino a quando l'ulteriore innalzamento dei muri bloccherà le estremità delle travi impedendone di fatto il movimento anche senza l'uso di colla.


L'intreccio dei travetti si interrompe solo per lasciare lo spazio sufficiente al vano scala e al movimento delle merci sulla verticale della botola.


Al centro, spunta la colonna. Oltre a svolgere la funzione di supporto delle due travi centrali, farà da base per la nuova colonna che proseguirà fino all'imposta delle volte superiori, reggendo di fatto il pavimento del primo piano. Un compito non da poco!


Intanto, la parete frontale de fondaco riprende l'ascesa in verticale, inglobando al suo interno i travetti che poggiano sopra le arcate dei portoni.
A questo punto bisognerà pensare agli ultimi ritocchi all'interno degli ambienti sottostanti perché la chiusura del piano terreno è ormai prossima...


MATERIALI:
legno di origini incerte (travi), listelli per modellismo navale (travetti), ardesia, colla bianca, colla da contatto.
STRUMENTI:
tenaglie, lime, carta abrasiva, seghetto, righello, cutter, pinzette, livella a bolla.
MISURE (in cm):
sezione travi: 0,7 x 0,7;
sezione travetti: 0,3 x 0,3;
spazio fra i travetti: 1,1 (meno quelli centrali che includono la colonna 1,6)
altezza delle travi dal suolo: 7,5;
vano scala: 4,5 x 2,4;
ballatoio botola: 7,5 x 4.



0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails