Strumenti da taglio

16/12/09 | ۩ |

 

Dopo un primo post dedicato al multiutensile Dremel, passo a descrivere gli attrezzi manuali che sto usando per il mio progetto e l'uso (a volte improprio) che faccio di ognuno di essi.
In quest'immagine ho riunito tutti gli attrezzi da taglio (esclusi gli accessori Dremel):

A - Piccolo seghetto con manico in legno, ultimo arrivato della serie. Non lo uso spesso, ma a volte è utile in quanto ben più maneggevole della sega, soprattutto se sto lavorando in casa e devo effettuare piccoli tagli su legno;

B - Doppio strumento munito di lama curva su un lato e triangolare sull'altro. Non è molto affilato, ma può raggiungere con facilità angoli in cui non arrivo con il cutter;

C - Il cutter, appunto, o per parlare in lingua madre, il taglierino. E' lo strumento più usato per tagli piccoli, tanto su legno che sui mattoncini. A volte lo uso anche per rimuovere eccessi di colla e ripulire superfici. Questo sì è sempre ben affilato e va maneggiato con cura;

D - Tenaglie. Ottimo strumento per il taglio manuale dell'ardesia, e che ho usato tra l'altro nella realizzazione del mosaico degli amanti, tagliando mattonelle di ceramica, gres e marmo;

E - La classica sega da legno, per tagliare assi e tavole di un certo spessore. Insomma, tutte quelle parti di supporto in legno che non sono visibili nel lavoro finito, ma che sono servite per esempio per la realizzazione delle strutture in cemento;

F - Seghetto per metalli, da me usato come alternativa al Dremel nel taglio di alcune pietre e per blocchi di cemento. Ecco cosa intendevo dire prima con "uso improprio"...



0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails